sabato 10 dicembre 2011

Komomo SF 125 - Forum SeaBassClan Progetto Schede Artificiali

Vi segnalo questa bella scheda tecnica del Komomo SF 125.

Proviene dal sito SEA BASS CLAN dove si è avviata una bella iniziativa, un progetto molto interessante riguardo la stesura di dettagliate schede tecniche di esche conosciute o meno. Vi consiglio di farvi un giro sulle loro pagine.





KOMOMO SF 125


Lunghezza: 125 mm
Peso: 16 grammi
Profondità di nuoto: 0-30 cm
Hooks: ST 46 #4

Tipologia: Floating

Colorazione: come da copione, la Ima AMS ci offre una vastissima gamma di colorazioni disponibili. La tenuta del colore è buona; dopo un po’ di tempo tendono a formarsi le lunette tipiche causate dallo sfregare delle ancorette.

Balistica: essendo un darter è assente l’attrito in volo dovuto alla presenza della paletta; per questo in condizione di calma o poco vento contrario tende a raggiungere una buona distanza mantenendo un assetto regolare e senza sfarfallare troppo. In condizioni più difficili soffre un po’ di più, ma raggiunge comunque distanze accettabili.

Movimento: penso che sia la qualità principale di questa esca. Il miglior movimento del komomo viene fuori con un recupero molto lento e regolare, si tratta di un rolling marcato accompagnato da un wobbling più leggero, grazie alla miscelazione queste due componenti ne viene fuori un bel connubio, un nuoto che fa assumere all’esca un andamento ad S stretta pur effettuando un recupero lineare. A recupero più veloce il movimento si fa più frenetico ed irregolare, ma se si esagera troppo l’esca tende perdere l’assetto. Sicuramente un’esca da spigola adatta ad un recupero medio-lento.




Reazione in stop & go: sullo stop l’esca tende a disporsi quasi subito in posizione orizzontale per poi risalire abbastanza velocemente. Per avere una buona reazione in ripartenza è preferibile, quindi, fare delle brevi pause seguite da accelerazioni più o meno veloci.

Reazione alla jerkata: il komomo si sente bene in canna e tende a farsi jerkare senza molte difficoltà. L’esca risponde alla jerkata puntando la testa verso il fondo e facendo una buona scodata laterale. Si ottiene un’ottima risposta sui piccoli colpi di polso, molto caratteristico è il recupero fatto di sole e piccole jerkate intervallato da stop&go e ripartenze; tutto ciò è esaltato dalla presenza di schiuma, ancor meglio sfruttando la corrente in risacca.

Reazione alla corrente laterale: non riesce a stare al confronto con palettati più forniti, ma essendo un darter questo è anche abbastanza ovvio. Comunque prendendo dei piccoli accorgimenti riesce a fare un buon lavoro; anche con mare abbastanza mosso. In queste condizioni se lo si recupera lentamente, magari a canna bassa, e con un certo controllo si riesce a farlo stare in pesca tra i flutti e può trasformarsi davvero in un ottimo alleato.


Considerazioni generali:

Non c’è dubbio che stiamo parlando di un’esca specifica per la spigola ed ancora più specifica per la spiaggia e per la scogliera bassa. In questi due ambienti riesce a dare veramente il meglio e si sfruttano in pieno le sue doti . Non è adattissimo alla scogliera alta ed alle postazioni alte in genere.

Il suo range di nuoto 0-30 cm è veritiero e grazie a questo si ci riesce a pescare davvero in punti difficili, dove con altri artificiali sarebbe impossibile andare, se non a galla.

Ha un movimento molto caratteristico anche a recupero lentissimo e questa è sicuramente un’arma da sfruttare in condizioni particolari. Non è adatto a recuperi veloci o a recuperi da jerk.

Attrezzatura usata: Gloomis GWR783S – Shimano Technium 4000FB- PP 15 lb – terminale nylon 0.40 (60-70 cm) - moschettone

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...