domenica 13 novembre 2011

3 x 2 Tre Spot per due Angler


Ieri mattina ho avuto il piacere di condividere una bella ed intensa mattinata di pesca con Antonio Rosant. Il nostro obiettivo era la spigola, le nostre intenzioni buonissime, le condizioni del mare ancora meglio. Ecco un breve report.

L’incontro è fissato per le 6.30 uscita autostrada, da lì si parte insieme per il primo spot. Si va in foce a provare per l’alba. Le condizioni del mare erano ottime, vento da 8-10 nodi da Nord, c’erano molte belle schiumate e le onde erano alte, forse un po’ di più rispetto alle previsioni della sera prima..

Senza troppi fronzoli ci prepariamo e siamo subito in riva al mare. Si inizia a battere insieme il tratto di spiaggia antistante la foce e pian piano ci siamo avvicinati alla stessa. Era la mia prima volta sullo spot e ne resto affascinato. Il mare era grosso e quindi si opta per esche ben palettate che tengano bene la corrente, io vado di Finderjerk mentre Antonio si diletta con Rudra e Angel Kiss. 
Purtroppo ci accorgiamo ben presto che la forza del mare e qualche precedente mareggiata ha cambiato il fondale e che si era venuto a creare una grossa lingua di sabbia proprio dinanzi a tutto l’arco della foce; la cosa viste le condizioni del mare ci provoca qualche problema ad entrare in pesca e data anche una bella pioggia battente decidiamo di cambiare spot…….Destinazione spiaggia

Anche la spiaggia nella quale andiamo mi lascia colpito, è una spiaggia a ciottoli medi ed il fondale è un po’ più alto delle zona sabbiose che sono abituato a frequentare, lo spot è molto bello, c’è una infinità di spiaggia da battere tutta caratterizzata da un bel gradino proprio sotto i piedi, posto ideale per cercare la regina. In più c’è l’influenza di una piccola foce che non fa mai male. Proviamo anche qui con tutti i mezzi a nostra disposizione, per più di un’ora, ma purtroppo nessun risultato anche questa volta. Si decide per un ultimo cambio di spot, si va in scogliera….



Antonio decide di portarmi nel posto nel quale qualche anno fa ha catturato la sua prima spigola, uno spot che fra quelli visitati è stato il mio preferito.
Decidiamo di partire dalla spiaggia, sulla quale ci sono delle piccole scogliere artificiali ed una bella foce di acqua dolce. Sondiamo per bene la zona attorno alla foce e gran parte della spiaggia poi decidiamo insieme di affrontare la scogliera. Antonio era già pronto per l’evenienza, ma io ho dovuto armare alcune esche con gli ami singoli per poter pescare agevolmente tra i vari anfratti senza correre rischio di incagli. 



La scogliera era bellissima, schiuma ovunque e ci divertiamo a sondare i punti migliori. Man mano che avanziamo, non senza affrontare qualche salita ripida o scogli scivolosi, la scogliera diventa sempre più bella e quindi decidiamo di fare qualche scatto per condividerlo con voi. Le ore passano e ormai lanciamo senza tregua, quasi in automatico in ogni buca, anfratto, scoglio sommerso o giro di corrente che possa darci una bella sorpresa….Purtroppo di pesce non se ne vede neppure l’ombra e dato che per me è arrivata l’ora del ritorno decidiamo di fare retro front…



Lasciamo perdere quello che è successo dopo, troppo lungo e snervante da raccontare. Per una mia disattenzione mi trovo in una situazione difficile da sbrogliare e se non ci fosse stato Antonio sarebbe stata dura….


Passiamo alle conclusioni….

Ho passato davvero una bella giornata, ho conosciuto una bella persona che vede la pesca allo stesso modo nel quale la vedo io e con la quale passare delle ore è stato un piacere…Ancora un grazie Antò…


Esperienza sicuramente da ripetere….

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...